Un Nuovo Laboratorio Per il GAVS-Torino

Dopo numerose peregrinazioni, la Sezione di Torino del GAVS è approdata ad una nuova Sede; la migliore fin’ora utilizzata. All’interno del comprensorio di Alenia Aermacchi (in zona detta “Aeronautica” di Torino) è stato concesso l’utilizzo di un capannone in cui poter operare e mantenere – al chiuso – tutti i velivoli, i motori, i componenti vari di origine aeronautica e le attrezzature di laboratorio. Il trasloco è durato circa due mesi, pur con l’aiuto di una Ditta di trasporti che, con il costante aiuto di alcuni Soci, ha effettuato gli spostamenti più onerosi. Oggi il laboratorio si divide in un’area principale in cui si effettuano i principali restauri ed alcune aree secondarie dedicate a depositi (metalli, legno, plastiche, ecc..) o alla esposizione di particolari vari (motori, eliche ecc). Un (chiamiamolo così…) ufficio ed una biblioteca completano la Sede.

Salvato un LINK GAT-1

Salvato da triste fine un simulatore di volo LINK GAT-1.

Alcuni anni fa, l’Aeroclub di Torino decise di dismettere un simulatore di volo LINK GAT-1, usato per tanti anni per allenare gli allievi piloti al volo strumentale. Un socio GAVS (nonché pilota di aliante dello stesso Aeroclub), riuscì a far accantonare l’apparecchiatura in un locale in disuso, sperando che tempi migliori ne potessero permettere un restauro ed una esposizione in idoneo locale. Ma, si sa…i locali (anche se in disuso..) sono appetiti per varie cause ed il povero simulatore si trovò sfrattato anche da lì. Fortuna volle che, conoscendo il GAVS, il “curatore” (chiamiamolo così..) di questo simulatore ci chiese di ospitarlo temporaneamente, in attesa di una definitiva sistemazione. Questa è finalmente arrivata: esiste a Torino l’ASTUT, un Ente dell’Università deputato a cercare, raccogliere e conservare ogni esemplare di tecnologia obsoleta che l’avanzare delle tecnologie moderne rende ormai inutile ( o almeno, di utilizzo non più conveniente). Questo Ente conserva una serie di simulatori di volo (datati nei primi anni dello sviluppo della aviazione… anni ’10!) per cui l’esposizione del Link Trainer accanto a questi ne costituisce la logica continuazione. Oggi il simulatore “salvato dal rottamatore” ha un avvenire assicurato!